Novità


Si informano gli iscritti degli ulteriori aggiornamenti (disponibili anche sul sito ENPAV) in merito alle misure adottate dall'Enpav, in stato di emergenza Covid-19:

Bonus 600 Euro - Novità per i giovani e per chi è iscritto a più Enti di previdenza

Giovani – Via libera per la presentazione della domanda di Bonus anche da parte di tutti gli iscritti tra il 1° gennaio 2019 ed il 31 marzo 2020, che nell'anno 2018 hanno percepito un reddito complessivo pari a zero. Restano fermi i limiti reddituali massimi (35.000 Euro/50.000 Euro) stabiliti dal D.I. del 28.03.2020.
I giovani che hanno già presentato la domanda NON devono presentarla nuovamente.
Sussidi straordinari 1000 Euro - Il Bonus dei 600 Euro è compatibile con l’indennità straordinaria di 1000 Euro che il CdA aveva già deciso di riconoscere ai liberi professionisti in quarantena o in stato di isolamento domiciliare obbligatorio certificati da Asl, Ats, ordinanze. Chi è in possesso dei requisiti può presentare domanda per entrambi.
Esclusività della gestione previdenziale – Possono richiedere il Bonus tutti coloro che alla data del 31.03.2020 sono iscritti all'Enpav e ad altro Ente di previdenza, ma versano contributi esclusivamente all’Enpav.
Allo stato attuale, non possono presentare la domanda coloro che alla data del 31.03.2020 sono iscritti e contribuiscono all'Enpav e ad altro Ente di previdenza. Su questo punto l'AdEPP, a nome di tutte le Casse dei professionisti, ha chiesto al Governo di interpretare in via estensiva il concetto di esclusività dell'iscrizione, da intendersi nel senso di esclusività della richiesta di Bonus ad un solo Ente di previdenza, anche in caso di iscrizione e contribuzione contestuale a più Enti. Siamo quindi in attesa di un chiarimento da parte del Governo.
Si invitano gli iscritti che hanno presentato la domanda di Bonus tra il 1° ed il 9 aprile a compilare, qualora non lo abbiamo già fatto, la Dichiarazione Integrativa relativa all’esclusività di iscrizione all’Enpav, presente nell’Area Riservata del sito.
Titolari di trattamenti pensionistici – Confermata l’incompatibilità del Bonus per i titolari di qualsiasi trattamento pensionistico, incluse le pensioni di invalidità e di reversibilità, anche corrisposto da altro Ente previdenziale.

Sospensione pagamenti

Tutti i pagamenti sono stati sospesi fino al mese di settembre 2020 e sono state stabilite nuove date, a partire dalla prima nuova scadenza che è il 30 settembre 2020. I M.Av. saranno comunque resi disponibili nell’Area Riservata da maggio, per dare la possibilità, a chi lo vuole, di pagare.

Per i contributi minimi, a seconda che sia stata scelta l’opzione per le 2 / 4 / 8 rate, le nuove scadenze sono:

• 2 rate30 settembre e 20 dicembre 2020;

• 4 rate30 settembre31 ottobre , 30 novembre e 20 dicembre ;

• 8 rate30 settembre31 ottobre30 novembre, 20 dicembre 2020, 31 gennaio, 28 febbraio, 31 marzo, 30 aprile 2021. In questo caso, per chi sceglierà la rateazione in 8 rate anche per i contributi minimi 2021, la prima rata sarà spostata a maggio 2021, per evitare sovrapposizione nei pagamenti.

Per i contributi eccedenti:Per chi ha chiesto la rateazione in più rate, la prima rata ha scadenza 30 settembre e le restanti: 31 ottobre30 novembre, 20 dicembre 202031 gennaio 2021.

Per le rate di dilazioni, riscatti e ricongiunzioni, i pagamenti sono sospesi e riprendono a decorrere dal 30 settembre. Le rate sospese saranno aggiunte alla fine del piano di ammortamento senza interessi.

Inoltre, è stato deciso di abbassare in via straordinaria il limite minimo di accesso alla dilazione di pagamento al 15% del reddito convenzionale annuo, ossia a 2.422,50 Euro, per tutti i richiedenti la dilazione

Per le rate dei prestiti, è possibile richiedere la sospensione dei pagamenti delle rate aventi scadenza nel periodo marzo – settembre 2020 e le rate sospese andranno in coda al piano di ammortamento, senza aggiunta di interessi. La sospensione deve essere espressamente richiesta dall’interessato.

Il provvedimento di sospensione delle rate dei prestiti riguarda solo i colleghi liberi professionisti, a supporto della riduzione dell’attività professionale conseguente all’emergenza epidemiologica da Covid 19

Misure assistenziali

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre deliberato alcuni interventi economici straordinari e di importo diversificato a seconda della gravità dell’evento.

• Indennità di 4000 Euro: a tutti i Medici Veterinari che a causa del Covid-19 sono stati ricoverati in ospedale in terapia intensiva:

• Indennità di 2000 Euro: a tutti i Medici Veterinari che a causa del Covid-19 sono stati ricoverati in ospedale ma NON in terapia intensiva.

• Indennità di 1000 Euro ai soli colleghi liberi professionisti nel caso in cui sia stata loro prescritta, dall’autorità sanitaria competente per territorio, dalla Asl ovvero attraverso Ordinanza individuale la quarantena o l’isolamento domiciliare obbligatorio a causa della positività al virus o per aver avuto un contatto diretto con un soggetto contagiato.

Sul sito dell’Ente è disponibile il modello per presentare la domanda, che può essere presentata direttamente all’Enpav senza transitare per l’Ordine provinciale.

Finanziamenti agevolati

E’ stato inoltre deciso di prevedere l’accesso a prestiti agevolati erogati dall’Ente per i liberi professionisti che abbiano subito una riduzione del reddito di almeno il 30% nel primo trimestre 2020, rispetto all’ultimo trimestre del 2019.

Si tratta di prestiti di importo massimo di 10.000 Euro a cui saranno applicate le agevolazioni previste per i prestiti a favore dei giovani con meno di 4 anni di iscrizione: tasso agevolato dello 0,75% e pagamento della prima rata posticipato di 24 mesi.

Il modello di domanda per accedere a tali finanziamenti sarà reso disponibile entro il mese di aprile.

Si riporta di seguito la comunicazione del Delegato Enpav Dott.ssa Anna Giagu.

Si informano gli iscritti che in ottemperanza al Dpcm 8 marzo 2020 recante “Ulteriori misure per il contenimento e il contrasto del diffondersi del virus COVID – 19 sull’intero territorio nazionale” inviamo in allegato due documenti, resi disponibili dalla FNOVI - Federazione Nazionale Ordini Veterinari Italiani, contenenti le indicazioni per la corretta applicazione delle norme indispensabili per la prosecuzione delle attività lavorative.

Il primo elenca le misure da adottare nelle strutture medico veterinarie, ricordando che le attività medico veterinarie, in quanto servizio essenziale e di pubblica utilità (confermato anche dal DPCM del 1° marzo ), non rientrano in categorie con esplicite e specifiche restrizioni quindi si applica il principio di limitazione generale della mobilità.

Il secondo documento può essere personalizzato e stampato per essere affisso nelle sale d'attesa.

Per ulteriori approfondimenti è disponibile la sezione FAQ - Covid-19, domande e risposte del Ministero della salute, aggiornata costantemente al link http://www.salute.gov.it/portale/nuovocoronavirus/dettaglioFaqNuovoCoronavirus.jsp?lingua=italiano&id=228#5

Si informa inoltre che per effetto delle disposizioni ministeriali, l’accesso al pubblico presso la segreteria di codesto ordine rimarrà cautelativamente sospeso fino al 18 maggio 2020.

Tuttavia gli uffici dell’Ordine proseguiranno le attività di segreteria in modalità smart working fornendo assistenza telefonica e via email attraverso i seguenti recapiti:

-          Numeri di telefono cell. 328/3969078 – tel. 079/276055

-          E-mail  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

-          Pec  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Cordiali saluti

LA SEGRETERIA OMV SS

 

 

 

Si informano tutti gli iscritti che è stata prorogata la scadenza per la presentazione delle domande per l’accesso alle Scuole di Specializzazione in Ispezione degli alimenti di Origine Animale e Sanità Animale, allevamento e produzioni zootecniche, presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Sassari.

Tenuto conto dell’emergenza sanitaria e in deroga a quanto disposto dal Decreto Ministeriale del 16 settembre 1982, relativo alla determinazione del punteggio dei titoli valutabili per l’ammissione alle Scuole di Specializzazione, il successivo art. 7 “Valutazione titoli e prove di esame” risulterà  modificato. La Commissione procederà alla sola valutazione dei titoli vantati dai candidati.  

Il Bando è disponibile al link  https://www.uniss.it/bandi/ammissione-alla-scuola-di-specializzazione-ispezione-degli-alimenti-di-origine-animale-e-della-scuola-di-specializzazione-sanita-animale-allevament-0

La scadenza per la presentazione delle domande è il 15 Maggio 2020.

Cordiali saluti.

LA SEGRETERIA OMV SS

Si segnala a tutti gli iscritti una petizione volta a sostenere la candidatura per i titolari in Medicina Veterinaria su più classi di concorso, con l’obiettivo di aumentare le materie d’insegnamento nella scuola secondaria.

Ad oggi, infatti, i Medici Veterinari, hanno accesso alla sola classe di concorso A052- Scienze, Tecnologie e Tecniche di Produzioni Animali, avendo la possibilità di insegnare in un numero limitatissimo di Istituti Tecnici e Professionali del territorio nazionale. Tale classe, inoltre, non è di esclusiva pertinenza veterinaria, pertanto, il numero di posti, già esiguo, dovrà essere ulteriormente ridotto poiché suddiviso, secondo il DM 259/17,  tra i laureati di ben sedici corsi di studio, che hanno accesso a più classi di concorso rispetto ai titolari di Medicina Veterinaria.

L'obiettivo della petizione è quello di ampliare i ruoli occupazionali, incidere sull’educazione secondaria e sulla formazione delle nuove generazioni. A tal fine, gli iscritti, qualora siano interessati possono sostenere la petizione, della quale si riporta il link di seguito e relativa comunicazione ricevuta

https://www.change.org/p/ministro-lucia-azzolina-ampliamo-le-classi-di-concorso-di-insegnamento-per-i-medici-veterinari?recruiter=875492824&utm_source=share_petition&utm_medium=facebook&utm_campaign=psf_combo_share_abi&utm_term=share_petition&recruited_by_id=ba508160-560a-11e8-9878-053508f2805c&utm_content=fht-22069273-it-it%3Av4

 

 

 

Allegati:
Scarica questo file (lettera ordine veterinari.PDF)lettera ordine veterinari.PDF[ ]42 kB

Si comunica che è stato emanato il bando per l’accesso alle Scuole di Specializzazione in Ispezione degli alimenti di Origine Animale e Sanità Animale, allevamento e produzioni zootecniche, presso il Dipartimento di Medicina Veterinaria dell’Università di Sassari.

La domanda di partecipazione al concorso di ammissione alla Scuola di Specializzazione in “Ispezione degli Alimenti di origine animale” e/o alla Scuola di Specializzazione in "Sanità animale, allevamento e produzioni zootecniche” dovrà essere compilata all’indirizzo https://uniss.esse3.cineca.it/Home.do tassativamente entro e non oltre le ore 13,00 del 18 marzo 2020.

Il Bando è disponibile al link  https://www.uniss.it/bandi/ammissione-alla-scuola-di-specializzazione-ispezione-degli-alimenti-di-origine-animale-e-della-scuola-di-specializzazione-sanita-animale-allevament-0 

Ordine dei Medici Veterinari della Provincia di Sassari

Via Alivia, n°6
07100 Sassari (SS)
Tel. e FAX 079 276055
 Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. --- Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.